La storia

La nostra storia parte da un personaggio: Alessandro Guidoni, Generale dell’Aeronautica, perito tragicamente il 27 aprile 1928 precipitando durante una prova di lancio con il paracadute nei pressi dell’allora Campo d’Aviazione di Montecelio. Molto importante dovette apparire la figura di quest’uomo se, tra i tanti meritevoli d’encomio che il Regime Fascista amava esaltare, la scelta ricadde sullo schivo militare piemontese, tanto coraggioso, quanto lontano da gesti retorici. Il fatto poi che a proporre il suo nome fosse stato Italo Balbo, sottosegretario all’Aeronautica ed uno dei padri del Ministero, personaggio scevro da tentazioni enfatiche, ne amplifica l’importanza. Con la nascita del nuovo comune, avvenuta per Regio Decreto del 21 ottobre 1937, si inglobava la preesistente giurisdizione amministrativa di Montecelio, paese antico di almeno un millennio, posto su due colli. Si dice che fosse per le pressanti insistenze di Don Celestino (al secolo Agostino) Piccolini, storico ed archeologo nel suddetto paese, che venne accodato al nuovo toponimo il vecchio. Il primo colpo di piccone alla nuova citta’ fu dato da Mussolini stesso in occasione dell’inaugurazione del Centro Sperimentale presso l’Aeroporto Barbieri (27 aprile 1935).

————————————————————————————————————————-

Di seguito un ricordo ai Parroci che hanno donato il loro servizio sacerdotale alla nostra Parrocchia in questi anni, un grazie per quello che hanno fatto :

  1. P. Lino Lottatori (1940-1943)
  2. P. Adriano Salvucci (1943-1952)
  3. P. Fernando Montanari (1952-1960)
  4. P. Umberto Buttarelli (1960-1966)
  5. P. Sebastiano Vinciguerra (1966-1981)
  6. P. Giancarlo Ruberto (1981-1984)
  7. P. Reginaldo Maiorano (1984-1993)
  8. P. Salvatore Donadio (1993-2005)
  9. P. Andrea Stefani (2005-2015)
  10. P. Stefano Marsili (2015-2017)
  11. P.Diego Madera (2017-